an online Instagram web viewer

#ultimacena medias

Photos

Papardelle de foie y trufa y hamburguesa riquísima para @pedrovelascogonzallez #aniversariogitano17 #ultimacena #mañanadieta
Un live con gli apostoli #ultimacena ahhaha ♥🔝
Un live con gli apostoli #ultimacena  ahhaha ♥🔝
Thanks for coming ❤
Thanks for coming ❤
¿Sientes que te mueres del guayabo? ¿Qué te gustaría comer de última cena? Yo hoy arepa de huevo, caldo y mucho ají. 😎🌶
Encuentra la columna completa arriba en mi perfil #columnaeltiempo #elcondimentariodemargarita #margaritabernal #guayabo #resaca #muertechiquita #ultimacena
All'ombra de' cipressi e dentro l'urne
confortate di pianto è forse il sonno
della morte men duro? #cemetery#grave#ultimacena#bnw#bnwphotography#igersbnw#ig_bnw#bnw_captures#bw#italy
Un dia con mis amigos #UltimaCena
L'ultima cena #biciopoli #cenacolo #ultimacena
Pittore #anonimofiorentino, attivo nell'ultimo quarto del sec. 13°, così denominato - a partire da #Sirén (1922), cui si deve anche una prima ricostruzione della sua attività - dalla tavola con #SantaMariaMaddalena e storie della sua vita (#Firenze, #GalleriaAccademia). Fino alla fine del #Settecento il silenzio delle fonti sulla tavola è pressoché totale; le notizie più antiche la ricordano nel vestibolo della biblioteca del convento della SS. #Annunziata a Firenze e la descrivono come opera anteriore a #Cimabue (Follini, 1791; Moreni, 1791). Dei primi dell'#Ottocento è invece la notizia che la tavola faceva parte di una collezione di pitture antiche composta da #FrancescoRaimondoAdami, generale dell'#OrdineServidiMaria (Lanzi, 18092).La figura allungata e asciutta della Maddalena, che campeggia eretta al centro della tavola e regge nella mano sinistra una pergamena parzialmente srotolata che reca un'iscrizione leggibile solo in parte, separa gli otto episodi disposti in riquadri, quattro per lato. I colori sono #ricchi e #intensi, quasi smaltati, e hanno quell'intonazione tipica della pittura di area fiorentina che rimanda alle opere su tavola di artisti come #CoppodiMarcovaldo e #Meliore (Kvoshinsky, #Salmi, 1914; #Richter, 1930). Le gracili architetture che qualificano le storie della santa e la pesante calligrafia del disegno parlano di un artista legato ancora in parte agli stilemi bizantini, il cui ricordo permane anche in alcuni caratteri #iconografici (Venturi, 1907). Caratteri più spiccatamente fiorentini e gotici emergono altresì nella resa delle vesti - solcate nel panneggio da lumeggiature allungate e rigide -, dalle scelte cromatiche audaci, che più volte hanno portato ad accostare la tavola della #Maddalena ai mosaici del #battisterofiorentino (Richter, 1930). Le attribuzioni più recenti riguardano due pannelli facenti parte di una collezione privata londinese e un frammento di pala d'altare con l'#UltimaCena già a #Chambéry (Avignone, Mus. du Petit Palais; Coor-Achenbach, 1951; Tartuferi, 1990).Rimandano alla tavola fiorentina, e quindi al M. della Maddalena, molteplici e ripetuti caratteri ricorrenti in queste opere, quasi come un vero e propr
Pittore #anonimofiorentino , attivo nell'ultimo quarto del sec. 13°, così denominato - a partire da #Sirén  (1922), cui si deve anche una prima ricostruzione della sua attività - dalla tavola con #SantaMariaMaddalena  e storie della sua vita (#Firenze , #GalleriaAccademia ). Fino alla fine del #Settecento  il silenzio delle fonti sulla tavola è pressoché totale; le notizie più antiche la ricordano nel vestibolo della biblioteca del convento della SS. #Annunziata  a Firenze e la descrivono come opera anteriore a #Cimabue  (Follini, 1791; Moreni, 1791). Dei primi dell'#Ottocento  è invece la notizia che la tavola faceva parte di una collezione di pitture antiche composta da #FrancescoRaimondoAdami , generale dell'#OrdineServidiMaria  (Lanzi, 18092).La figura allungata e asciutta della Maddalena, che campeggia eretta al centro della tavola e regge nella mano sinistra una pergamena parzialmente srotolata che reca un'iscrizione leggibile solo in parte, separa gli otto episodi disposti in riquadri, quattro per lato. I colori sono #ricchi  e #intensi , quasi smaltati, e hanno quell'intonazione tipica della pittura di area fiorentina che rimanda alle opere su tavola di artisti come #CoppodiMarcovaldo  e #Meliore  (Kvoshinsky, #Salmi , 1914; #Richter , 1930). Le gracili architetture che qualificano le storie della santa e la pesante calligrafia del disegno parlano di un artista legato ancora in parte agli stilemi bizantini, il cui ricordo permane anche in alcuni caratteri #iconografici  (Venturi, 1907). Caratteri più spiccatamente fiorentini e gotici emergono altresì nella resa delle vesti - solcate nel panneggio da lumeggiature allungate e rigide -, dalle scelte cromatiche audaci, che più volte hanno portato ad accostare la tavola della #Maddalena  ai mosaici del #battisterofiorentino  (Richter, 1930). Le attribuzioni più recenti riguardano due pannelli facenti parte di una collezione privata londinese e un frammento di pala d'altare con l'#UltimaCena  già a #Chambéry  (Avignone, Mus. du Petit Palais; Coor-Achenbach, 1951; Tartuferi, 1990).Rimandano alla tavola fiorentina, e quindi al M. della Maddalena, molteplici e ripetuti caratteri ricorrenti in queste opere, quasi come un vero e propr
Pescespada con guanciale e pistacchi di Bronte.

#ultimacena #pescespada #pistacchiodibronte #guanciale #leggerezza
Abbacchio scottadito cotto a bassa temperatura( tipo di cottura molto originale 😂😂😂) 64 gradi ,bietole ripassate . #abbacchioscottadito#abbacchio#pistamentuccia#bologna#cucinaromana#viatestoni#igersbologna#instafood#foodporn#dinner#aboutlastdinner#ultimacena#eatdirty#bietole#proteins
The Last Supper...with my colleagues #leonardodavinci #thelastsupper #ultimacena #colleagues