Cosa fare prima di formattare il notebook

Cosa fare prima di formattare il notebook

Molte volte, i note book, dopo diversi anni di attività, iniziano ad essere lenti e a ravviarsi in modo autonomo, senza permettere di lavorare e con libertà e soprattutto in modo corretto. Per tale ragione è sempre bene capire come riavviare un pc in modo semplice e veloce, senza perdere altro tempo, il quale potrebbe addirittura consentire al computer di peggiorare le proprie condizioni. Formattare il computer e quasi come se fosse una scelta radicale, ma ci sono dei pc che anche dopo la formattazione continuano a funzionare male e ad essere abbastanza lenti. In quel caso, è assolutamente necessario dire addio al vecchio note book e comprarne un altro di nuova generazione. Ovviamente, la maggior parte delle volte la formattazione risulta essere davvero una mano santa, che funziona al 90% dei casi. Per questa tipologia di processo è bene avere attenzione al dettaglio è un po’ di pazienza, anche perché soltanto così è possibile ripristinare il proprio computer e riaverlo veloce come un tempo. Inoltre, è assolutamente importante dire che per la formattazione non è necessario per dare tutti i dati, al contrario, è possibile salvati anche se non si è propriamente esperti di tecnologie e informatica. Un’altra cosa essenziale è attuare la formattazione in totale sicurezza: bisogna decidere bene i programmi da scaricare quelli da evitare e completamente.

Fare il backup prima di formattare il notebook

Il primo processo da attuare per la formattazione del proprio note book è soprattutto il backup. Ovviamente, la parola formattare significa proprio eliminare cancellare tutti i dati memoria, però le foto, l’e-mail, i video e di file, ma molte volte perdere tutto questo comporta davvero un rischio enorme, soprattutto per chi possiede dei dati lavorativi all’interno del proprio pc o per chi semplicemente non vuole perdere tantissimi ricordi. Per evitare ciò è allora necessario conseguire il backup. Per farlo c’è bisogno di attuare una copia completa del file attraverso un’applicazione idonea che è presente in quasi tutti i sistemi operativi. Con la maggior parte dei prodotti Windows, è possibile cercare nella cronologia file, o in alternativa nelle impostazioni. Dopo questo piccolo passaggio, si aprirà un piccolo pannello di controllo e di conseguenza l’applicazione. Per fare il backup è necessario avere a portata di mano un hard disk esterno oppure una chiavetta USB, la quale deve essere naturalmente collegata al pc.questo passaggio fondamentale, che bisogna controllare diverse volte per capire se tutto sia in regola, anche perché altrimenti la cronologia file potrebbe addirittura risultare disattivata. Dunque, bisogna collegare la memoria esterna sulla quale poi andranno salvati tutti i dati e i file. Dopo aver capito che tutto sia nella norma, bisogna cliccare su configura cronologia file. Del caso in cui il pc sia tanto lento e datato da non riconoscere automaticamente l’hard disk oppure la chiavetta USB, allora è necessario cliccare su seleziona unità. Ovviamente, a questo punto bisogna poi scegliere cosa salvare e cosa no. Dopo aver cliccato esegui, il backup partirà in modo automatico. Nel caso in cui ci si dimentica di alcuni file durante il backup e la formattazione risulta essere già avvenuta, bisogna attuare lo stesso procedimento e cliccare invece su ripristina i file personali. A questo punto, è bene dire che la copia di tutti i file su l’hard disk oppure sulla chiavetta USB chiede davvero tantissimo tempo, soprattutto se i dati sono tanti. Per tale ragione è sempre bene aspettare e pazientare. Dopo aver completato il backup di tutti i file, è necessario poi procedere ad un ulteriore copia del driver del proprio notebook. In questo modo è possibile avere tutto sotto controllo ed essere completamente sicuri di aver salvato le cose più importanti. Infatti, è sempre bene considerare che il pc potrebbe essere lento e di vecchia data, e quindi il sistema operativo addirittura potrebbe non essere in grado di lavorare a pieno. Dunque, attuare un doppio lavoro potrebbe essere davvero utile e necessario. Un note book lavora a pieno soltanto se presenta i driver giusti i quali devono essere procurati in un modo nell’altro. Molto spesso i driver sono anche gratuiti e non molto pesanti, dunque per prenderne di nuovi bisogna visitare il sito del produttore del pc.

Formattazione: procedimento

Dopo aver attuato tantissimi passaggi per la realizzazione del backup sul sistema operativo, tutto ciò che bisogna fare semplicemente inserire il disco o la chiavetta nel computer e poi aspettare di riavviarlo. Nel caso in cui si stia utilizzando un DVD, allora durante la realizzazione del riavvio, bisognerà premere un pulsante per avviare il CD-ROM. Nel caso in cui, molto comunemente, si stia utilizzando una chiavetta USB, allora è giusto sapere che il riavvio sarà completamente automatico. Importante poi scegliere la lingua del nuovo sistema operativo, per procedere all’attivazione e all’accettazione delle condizioni di utilizzo. In questo caso, è assolutamente necessario attuare un’istallazione personalizzata, per capire bene cosa tenere e cosa scattare nel proprio pc. Dopodiché, è necessario capire e scegliere il disco sul quale installare il nuovo sistema operativo. Durante la scelta bisogna cliccare sulle opzioni unità, selezionare il tasto formatta e poi premere invio. Il pc, a quel punto, sarà in grado di formattare il computer e installare il sistema operativo in brevissimo tempo. Quest’ultimo può variare dai 30 ai 60 minuti. Affinché tutto vada per il meglio, è importante non cliccare nessun tasto, ma semplicemente attendere che l’operazione termini. Una volta terminata la formattazione, bisogna configurare Windows, seguendo naturalmente le istruzioni che verranno fornite dallo stesso notebook. Per finire, è assolutamente necessario ripristinare il backup, quindi riscaricare tutti i dati e i file sul pc, che sicuramente sarà molto più veloce e come nuovo. È bene dire, che durante la formattazione, i computer non molto più datati, possono creare qualche problema. In questi casi è sempre bene evitare di operare in modo autonomo, ma recarsi in un centro specifico e dare il proprio pc ad esperti del settore. Soltanto così è possibile evitare di acquistarne un altro nuovo e soprattutto di attuare ulteriori danni al computer.

menu
menu