Derattizzazione: guida completa ai metodi migliori

Derattizzazione: guida completa ai metodi migliori

Ecco una guida completa ai metodi migliori di derattizzazione attualmente utilizzati.

Spesso, quando ci si ritrova a combattere contro i roditori, ci si inizia a chiedere quale sia il miglior modo per intervenire. Qual è il metodo più rapido ed efficace? Quale quello che non mette assolutamente a rischio la salute della mia famiglia e dei miei animali domestici? Quale trattamento è anche ecosostenibile?

Oltre al tipo di trattamento, ci si chiede cosa dica la normativa più recente in tema di derattizzazioni, chi contattare e quali siano i costi.

Bene, in questa guida ti daremo risposta a queste domande e tutte le informazioni di cui hai bisogno per capire subito come agire e mettere in sicurezza la tua famiglia o l’ambiente in cui lavori.

Derattizzazione normativa

Sapevi che esiste una regolamentazione ben precisa sulle derattizzazioni? In effetti, si tratta di un problema talmente serio e molto sentito in quasi tutte le città del territorio italiano, che lo Stato ha deciso di intervenire fornendo una normativa ben precisa e in armonia con le reali esigenze dei cittadini.

Quella più recente risale al 2018 e indica una serie di linee guida che sia i privati che  i professionisti del settore devono assolutamente applicare. Ecco le principali:

  • i professionisti che si occupano di derattizzazione devono essere in possesso di uno specifico attestato di qualifica per poter operare nel settore ed essere iscritti all’albo;
  • in base alle normative dell’Unione Europea più recenti, i prodotti utilizzati durante il trattamento (rodenticidi) non devono avere sull’etichetta nè la lettera H nè la P perché indicano che il prodotto chimico in questione è pericoloso e non può essere utilizzato per questo scopo;
  • qualsiasi trappola o esca utilizzata deve essere a norma HACCP;
  • ristoranti, trattorie e altri esercizi che prevedono l’uso o la vendita di prodotti alimentari periodicamente devono effettuare una derattizzazione e compilare un apposito modulo che indica date e permette di monitorare la situazione roditori;
  • qualsiasi edificio pubblico ha il dovere di rivolgersi a dei professionisti per eseguire un trattamento di derattizzazione e sia privati cittadini che dipendenti non devono in alcun modo interferire con il trattamento in atto;
  • qualsiasi dipendente pubblico, inclusi i professori nelle scuole, hanno l’obbligo di denunciare la presenza di un roditore e si dovrà intervenire a livello professionale entro le 48 ore successive.

Chi contattare per una derattizzazione a Roma e altre grandi città

Nelle grandi città i topi proliferano a ritmi preoccupanti. Il motivo? Molti rifiuti urbani vengono abbandonati a cielo aperto e favoriscono la nascita di vere e proprie colonie di topi e ratti. Abbiamo chiesto ad Alternativa Servizi perché la derattizzazione a Roma è fondamentale.

Le cose che ci hanno raccontato sono a dir poco raccapriccianti! In alcuni interventi di disinfestazioni da topi hanno notato che spesso essi invadono cucine di ristoranti (dove magari andiamo a mangiare con le nostre famiglie). Uno dei motivi è che appunto che topi e ratti sono attratti dal cibo e quando ne trovano in abbondanza c’è il serio rischio che essi proliferano.

Inoltre questi roditori sono pericolosi per la salute perché quando il cibo viene contaminato dagli escrementi di topi o ratti, si corre il rischio di essere infettati da malattie come la leptospirosi, la salmonellosi e altre patologie dovute al contatto con i ratti o con le loro feci.

Derattizzazione ecologica: cos’è e come funziona

Probabilmente hai già sentito parlare di derattizzazione ecologica. Di cosa si tratta? A confronto con altri tipi di trattamento di cui parleremo, come quello chimico, è un trattamento che non prevede l’uso di mezzi che causano problemi ambientali, come veleni o insetticidi e pesticidi chimici. Quali sono i vantaggi? Eccone alcuni:

  • la famiglia o i condomini non devono lasciare temporaneamente la propria abitazione durante il trattamento;
  • nessun pericolo per gli animali domestici e per l’uomo;
  • gli effetti si vedono rapidamente e non richiede che si debba continuare ad intervenire nel corso del tempo;
  • la spesa è minore a confronto con altri tipi di trattamento.

Sicuramente i vantaggi sono numerosi e includono in assoluto il rispetto dell’ambiente. Proprio per questo motivo l’intervento non è estremamente semplice e necessita davvero di grande professionalità ed esperienza.

Infatti, la prima fase di questo tipo di trattamento prevede uno studio attento dell’area infestata dai ratti e di tutte le modifiche da apportare per impedire che l’infestazione si ripresenti. Tra queste, eventuali modifiche strutturali e ambientali che andranno apportate.

Le uniche esche utilizzate sono alimentari e non chimiche. In alcuni casi, si possono installare degli impianti di controllo per monitorare la situazione nel corso del tempo, soprattutto nel caso di aziende.

Derattizzazione ad ultrasuoni: cos’è e come funziona

Anche il trattamento ad ultrasuoni è particolarmente efficace e tempestivo nella lotta ai topi. Infatti, gli apparecchi ad ultrasuoni collocati nell’area da trattare riescono a far fuggire i ratti che percepiscono in maniera intensa questo tipo di onde sonore.

Quali sono i vantaggi? Eccoli:

  • nessun danno all’ambiente e agli animali grazie al fatto che non si utilizzano sostanze tossiche come pesticidi e veleni;
  • i ratti vengono allontanati in maniera definitiva;
  • l’ambiente trattato non viene contaminato da carcasse di animali morti;
  • le onde sonore raggiungono ogni punto dell’area infestata, anche gli angoli più nascosti.

La derattizzazione ad ultrasuoni è un intervento che può essere fatto in qualsiasi momento dell’anno ed è adatto a qualsiasi tipo di ambiente, anche grazie al fatto che le frequenze sono completamente impercettibili dall’uomo.

Viene consigliato solo l’allontanamento temporaneo degli animali domestici perché potrebbero essere infastiditi dagli ultrasuoni anche se non sono assolutamente dannosi per loro.

Derattizzazione chimica: quali metodi vengono usati per eliminare i topi

Il trattamento chimico è sicuramente quello che ha storia più lunga nella disinfestazione da topi. Come si deduce dal nome, prevede l’utilizzo di sostanze chimiche, quindi di veleni specifici, i rodenticidi. I roditori vengono attirati tramite delle esche e, a seconda del tipo di prodotto, potrebbero morire nell’immediato o aver bisogno di più somministrazioni. Tra i rodenticidi più utilizzati ci sono gli anticoagulanti che agiscono causando un’emorragia interna e causando la morte del ratto in pochi giorni.

Naturalmente, questo trattamento non è esente da rischi, soprattutto se possiedi degli animali domestici. Ad ogni modo, i professionisti che si occuperanno dell’intervento, sapranno darti tutte le indicazioni necessarie per proteggere la tua famiglia e i tuoi animali da compagnia.

Quanto costa una derattizzazione

Probabilmente ora ti starai chiedendo quanto costa un intervento di derattizzazione. In realtà, sono davvero molti i fattori di cui tener conto per determinare il prezzo finale, tra i quali i seguenti:

  • tipologia di trattamento: ogni trattamento, da quello chimico a quello termico, hanno costi spesso nettamente differenti che influiscono sulla spesa finale;
  • dimensione dell’area da trattare: spesso si parla di costo della derattizzazione al mq proprio perché derattizzare un appartamento di diverse metrature ha un costo diverso, come trattare una casa con giardino, un intero condominio, una cantina o un garage.;
  • posizione dell’immobile e difficoltà nell’operare;
  • livello di infestazione raggiunto.

I prezzi variano anche a seconda della città in cui si opera. Ad ogni modo, generalmente partono da una base di 100 e salgono a seconda della situazione specifica. La cosa migliore è rivolgersi all’impresa di derattizzazione e richiedere un preventivo.

Derattizzazione fai da te: perché NON devi farla

Se hai pensato di combattere i topi ed eliminarli con le tue sole forze, ci spiace dirti che nella quasi totalità dei casi è una guerra persa in partenza. Questo perché trappole, esche e prodotti chimici presenti in commercio per la disinfestazione da topi riescono ad uccidere qualche esemplare, dandoti un leggero sospiro di sollievo.

Il problema è che nel giro di pochi giorni o settimane potresti accorgerti, non solo che la tua lotta ai topi è fallita, ma che l’infestazione è diventata incontrollabile. Infatti, i topi sono animali gregari, che si riproducono velocemente e quando individuano un posto tranquillo in cui poter reperire facilmente del cibo, difficilmente lo abbandonano. Inoltre, i prodotti chimici in commercio, se non utilizzati adeguatamente, potrebbero comportare seri danni alla tua salute e a quella dei tuoi animali domestici.

Ecco perché la derattizzazione fai da te è vivamente sconsigliata: non ti permette di lavorare alla radice ed è pericolosa.

I professionisti, invece, si muovono in piena sicurezza e analizzano immediatamente l’entità del problema, ogni via d’accesso dei ratti e il tipo di trattamento migliore per il tuo caso specifico. Intervenire professionalmente è l’unico modo per vincere definitivamente la lotta ai topi, non solo una battaglia.

Altre immagini sul profilo Instagram: alternativa_vincente.

menu
menu